lunedì 4 febbraio 2008

Pocket full of kryptonite

No, qui al contrario di quanto recita il titolo di cose incredibili non penso che ne vedrete molte. Anche se conto parecchio sul fatto di morire e tornare come zombie, un giorno.

Non so cosa scriverò su questo blog, non so quanta gente se ne interesserà, non so quanto mi interesserà della gente che non si interesserà, non so quanto mi interesserà della gente che si interesserà. Scrivo per me e basta... i file txt ormai sono passati di moda, tipo carta, penna e calamaio.

Ma andiamo pure ad iniziare col botto. C'è una ragazza, amica di amici, che da mesi dice che sono carino. Idem io penso che lei sia una bella figliola, e non lo nascondo a nessuno, ma alla fine la cosa finisce un po' li e non ci vediamo mai. Fa molto tredicenne, lo so.

Vengo poi a sapere da amici di amici di amici di parenti di ex compagni di judo che sabato sera ci saremmo incontrati in un locale. Si passa all'azione: "Bene!" - ho pensato - "i pianeti si stanno allineando, il fato è dalla mia parte".

Talmente dalla mia parte che non sono riuscito nemmeno a salutarla, e visto che a carnevale ogni scherzo vale è andata via con un tizio vestito da Clark Kent.

Non male, non male.

Ma sono uno di quelli testardi, e mi è venuta in mente la colonna sonora perfetta: Spin Doctors - Jimmy Olsen's Blues
«Lois Lane please put me in your plan
Yeah, Lois Lane you don't need no super man
Come on downtown and stay with me tonight
I got a pocket full of kryptonite
I got a pocket full of kryptonite
I got a pocket full of kryptonite»

2 commenti:

Cristian ha detto...

E' possibile che già sapesse che Clark Kent era Superman.

Degli Spin Doctors fa da sottofondo alla mia storia d'amore "two princes" che per quanto idiota come canzone, rispecchiava la mia situazione 14 anni fa :)

Bambino calvo di Nottingham ha detto...

Sciocchezze, non può esistere qualcuno al mondo in grado di competere con te. :***